MUT e Osservatorio Cantieri

LINEE GUIDA SULL’UTILIZZO DELL’OSSERVATORIO DEI CANTIERI

Si riportano di seguito le linee guida per l’utilizzo dell’Osservatorio dei cantieri aggiornate alle nuove procedure adottate in ordine alle proroghe dei cantieri.

  1. Per accedere all’OSSERVATORIO collegarsi al sito: www.cassaedileweb.it/siceweb/ce_alessandria
  2. Inserire nella maschera con il logo della Cassa Edile di Alessandria il codice Utente e Password che vengono utilizzate per accedere al MUT
  3. A questo punto seguire il seguente iter: cliccare su gestione DNL – Menu DNL – Nuova – DNL
  4. La procedura guiderà in modo molto intuitivo alla compilazione delle diverse maschere che appaiono a video relative alla Impresa dichiarante, al Committente del lavoro, ai dati del cantiere, alle eventuali imprese subappaltatrici (da compilare a cura dell’appaltatore). Procedere alla compilazione delle diverse maschere. Se l’appaltatore ha già caricato la propria DNL è possibile importare i dati relativi al cantiere
  5. I cantieri così creati verranno sottoposti a verifica da parte della Cassa Edile ed in caso di approvazione della stessa l’Impresa li potrà importare automaticamente sul MUT
  6. Tutti i cantieri – indipendentemente dall’importo e dalla durata – devono essere indicati
  7. Occorre fare estrema attenzione all’inserimento dei dati, in quanto non sarà possibile apportare correzioni radicali ai cantieri stessi, salvo la creazione di una DNL integrativa che consente però modifiche limitate
  8. In caso di proroga di cantieri già inseriti, l’invio della DNL integrativa deve essere obbligatoriamente accompagnato dalla DNL inviata all’INAIL che comprovi durata e importo del cantiere (da inviarsi via mail all’indirizzo ufficio.durc@cassaedilealessandria.it). Il mancato invio di tale documentazione comporta l’impossibilità di approvazione del cantiere
  9. In caso di inserimento di nuovo cantiere di durata complessiva superiore a 3 mesi, l’invio della DNL deve essere obbligatoriamente accompagnato dalla DNL inviata all’INAIL che comprovi durata e importo del cantiere (da inviarsi via mail all’indirizzo ufficio.durc@cassaedilealessandria.it). Il mancato invio di tale documentazione comporta l’impossibilità di approvazione del cantiere
  10. Nel caso in cui il cantiere fosse respinto, si invita a verificare, nella funzione “consultazione” – “dettaglio approvazione”, le motivazione del diniego e, conseguentemente, apportare le necessarie modifiche.

 

LINEE GUIDA SULLA COMPILAZIONE DEL MUT

Per accedere e compilare la denuncia MUT collegarsi al sito sito mut.cnce.it 
Indicazioni sulla compilazione di alcune celle:

  1. ORE FERIE

Sono presenti 2 celle:
“ore ferie anno corrente” con blocco a 160 ore;
“ore ferie pregresse”.

Occorre compilare dapprima la cella “ore ferie anno corrente” e, successivamente, esaurite le 160 ore, compilare la cella “ore ferie pregresse”.

  1. ORE PERMESSI RETRIBUITI

Sono presenti 2 celle:
“ore permessi retribuiti anno corrente” con blocco a 88 ore;
“ore permessi retribuiti pregresse”.

Occorre compilare dapprima la cella “ore permessi retribuiti anno corrente” e, successivamente, esaurite le 88 ore, compilare la cella “ore permessi retribuiti pregresse”.

  1. ORE PERMESSI NON RETRIBUITI

Può essere indicato un massimo di 40 ore annue.
Le ore di permessi non retribuiti eccedenti le 40 sopra indicate, dovranno essere conteggiate come ore lavorate, con relativo accantonamento.

  1. ORE MALATTIA E INFORTUNIO

L’assenza del codice del certificato medico rappresenta un errore bloccante all’invio del MUT.

  1. MULTE DISCIPLINARI 

Nella cella “IMPORTO MULTE DISCIPLINARI” occorre indicare l’importo delle multe disciplinari addebitate nel mese di riferimento.

6. TIPOLOGIA DI ORE PER LE QUALI E’ OBBLIGATORIA L’ALLEGAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE GIUSTIFICATIVA

TIPOLOGIA DI ORE CONTENUTO DOCUMENTO DA ALLEGARE
ORE CIG Ore cassa integrazione richiesta di CIG all’Inps e la ricevuta di invio della domanda all’Inps (documento da allegare alla denuncia con riferimento a tutti gli operai)
ORE CIG ALTRO Ore cassa integrazione Covid richiesta di CIG all’Inps e la ricevuta di invio della domanda all’Inps (documento da allegare alla denuncia con riferimento a tutti gli operai)
ORE PERMESSI NON RETRIBUITI ore di permesso non retribuito. Limite massimo: 40 ore nell’anno. Oltre le 40, le ore sono da considerarsi ore lavorate Richiesta del lavoratore controfirmata dall’azienda per accettazione
ORE ASSENZA INGIUSTIFICATA SANZIONATA ore di assenza che hanno comportato l’erogazione di un provvedimento disciplinare e di una multa disciplinare. In assenza di documento giustificativo, devono essere considerate ore lavorate provvedimento disciplinare

+

indicare l’importo della multa nell’apposita cella “multe lavoratore”

ORE ASSENZA PROV DISCIPLINARI sospensione dal lavoro e dalla retribuzione fino a un massimo di 3 giorni ai sensi dell’art. 99 CCNL. provvedimento disciplinare
ORE CONGEDI PARENTALI ore di maternità/paternità facoltativa modulo INPS di richiesta e ricevuta di invio della domanda all’INPS
ORE ASPETTATIVA NON RETRIBUITA ore di aspettativa non retribuita effettuate nel mese (art. 39 CCNL). Periodo MINIMO 4 settimane consecutive per motivi di studio o per motivi personali o familiari ovvero 2 settimane consecutive per necessità di uscita e rientro dal territorio nazionale richiesta del lavoratore recante motivazioni e durata controfirmata dall’azienda per accettazione

In caso di mancata allegazione del documento richiesto, il MUT genererà un errore bloccante che impedirà il completamento e l’invio della denuncia.

Le ore non giustificate dalla documentazione di supporto devono essere considerate ore lavorate.

L’idoneità della documentazione allegata sarà verificata dall’operatore Cassa Edile in sede di approvazione della denuncia.