Aliquote contributive A.P.E. nuove ore minime

Le Parti Sociali nazionali hanno sottoscritto un accordo con il quale, allo scopo di riportare in equilibrio il Fondo Nazionale Anzianità Professionale Edile (FNAPE), sono state incrementate le aliquote di tutte le Casse Edili d’Italia

Nel comunicare l’accordo con il quale le Parti Sociali nazionali hanno disposto l’aumento, a decorrere dal 1° aprile 2019, dell’aliquota APE di tutte le Casse Edili d’Italia, si precisa che, per la provincia di Alessandria, in virtù di quanto disposto dall’integrativo provinciale del 3/09/2015, fino a nuova pattuizione delle Parti Sociali Provinciali, l’aliquota APE rimane invariata nella misura del 3,50%.

Come disposto con accordo delle Parti Sociali nazionali, a decorrere dal 1° aprile 2019, il contributo minimo APE (FNAPEM) sarà calcolato su 130 ore di lavoro, equivalenti a un contributo minimo di € 51,00. Sostanzialmente, se nel mese l’APE calcolata per il lavoratore risulta inferiore a 51,00 Euro, scatterà una maggiorazione pari alla differenza tra l’APE calcolata e 51,00 Euro.

Resta confermato che il contributo minimo di cui sopra non si applicherà nei seguenti casi:

  • inizio rapporti di lavoro successivo al giorno 13 del mese;
  • termine rapporto di lavoro antecedente il giorno 19 del mese;
  • assenza di durata complessiva non inferiore a 60 ore nello stesso mese per cassa integrazione, malattia e infortunio, ferie e permessi retribuiti (nei limiti, rispettivamente, di 160 e 88 ore annue), ore denunciate ad altre Casse Edili.

Si sottolinea ulteriormente che il contributo minimo mensile APE di € 51,00 per operaio, trattandosi di un costo non riferito al numero delle ore denunciate ma a valutazioni di natura amministrativa effettuate dalle Associazioni nazionali, deve essere applicato per tutti gli operai presenti in denuncia, salvo le eccezioni sopra menzionate.