Formazione preposto ponteggi

L’articolo 136, comma 6, del Testo unico stabilisce che: “il datore di lavoro assicura che i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la diretta sorveglianza di un preposto, a regola d’arte e conformemente al Pi.M.U.S., ad opera di lavoratori che hanno ricevuto una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste”.

Con l’interpello 16/2015 il Ministero del Lavoro chiarisce quale formazione deve effettuare il preposto addetto alla sorveglianza delle attività di montaggio, smontaggio e trasformazione del ponteggio.

Tale preposto, addetto al controllo nelle fasi di montaggio e smontaggio dei ponteggi, non solo deve essere in possesso di un attestato di frequenza (e successivi aggiornamenti) al corso per addetto al monteggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi disciplinato dall’allegato XXI, ma anche di un attestato di frequenza al corso per preposto ai sensi dall’articolo 37, comma 7, del D. Lgs. n. 81/08.

Chiarisce inoltre il ministero che il Testo Unico prevede la presenza di un preposto anche nell’ambito di altre attività ritenute pericolose quali quella relativa alla costruzione, sistemazione, trasformazione o smantellamento di una paratoia o di un cassone nei cantieri temporanei o mobili così come per i lavori di demolizione negli stessi cantieri edili e che, anche in tali fattispecie, il preposto dovrà aver effettuato una formazione da preposto come previsto dall’articolo 37 del D.Lgs. n. 81/08.